Il progetto scientifico Archivio Salani: illustrazione libraria tra Otto e Novecento nasce dalla collaborazione tra la Adriano Salani Editore (Gruppo Editoriale Mauri Spagnol) e la Scuola Normale Superiore di Pisa Migliaia di libri, autori e generi letterari del gruppo editoriale Mauri Spagnol di cui la nostra casa editrice fa parte
seguici su: Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube
Albert Espinosa - Braccialetti Rossi

Albert Espinosa - Braccialetti Rossi

Ho incontrato Albert due anni fa per la prima volta due anni fa, in Italia per il lancio del suo primo romanzo "Tutto quello che avremmo potuto essere io e te se non fossimo stati io e te".

di Redazione Salani

Ho incontrato Albert due anni fa per la prima volta due anni fa,  in Italia per il lancio del suo primo romanzo Tutto quello che avremmo potuto essere io e te se non fossimo stati io e te.  Sul taxi dall'aeroporto di Linate gli ho subito chiesto come si spiegava il successo travolgente del suo romanzo  Se mi chiami mollo tutto... però chiamami,  da mesi in testa alle classifiche spagnole, oltre un milione di copie vendute. Risposta: es una locura, è una follia, non so risponderti. Ora ho capito perché , solo ora, dopo aver letto Braccialetti rossi Il mondo giallo, che pubblichiamo in questi giorni, il suo libro di esordio, a cui è ispirata la fiction in prima serata di Rai Uno, campione assoluto di  share con solo due puntate. Un libro così incredibile che persino Steven Spielberg comincerà a marzo le riprese della sua serie per l'America. 
Braccialetti rossi è il regalo più grande che possiamo farci e il dono più grande a chi vogliamo bene. E un libro che insegna a diventare persone migliori. Parla dell'energia della malattia applicata alla vita, dell'energia dell'errore attraverso 23 Scoperte che sono lezioni di pienezza della vita. Scoperte del mondo che avvengono sempre attraverso gli altri. Ed è un viaggio attraverso la vita che mi ha ricordato il Terzani di Un altro giro di giostra : "La vita è una straordinaria scoperta" e "Cambiare vita per cambiare se stessi". Un esempio su tutti: Scoperta n. 12 ("Comincio a contare da sei") Albert sotto la macchina della Tac  - la "ragna" di Terzani - impara a modificare il cervello e a sfruttarlo di più.  Scrive Terzani: "Una buona occasione nella vita si presenta sempre. Il problema è saperla riconoscere". Dice Espinosa: " Non è triste morire ma è triste non vivere intensamente".
Albert è una persona speciale, travolgente, allegria pura: leggete il prologo di Braccialetti rossi, quello è proprio lui. Ora è uno dei miei 23 gialli. Leggete il libro e capirete. Che fortuna averlo incontrato. Lunga vita ad Albert da tutta la Salani!

Mariagrazia Mazzitelli

P.S.  
Di tutte la mia Scoperta preferita è la numero 16:" La cosa difficile non è accettare se stessi, ma tutti gli altri". E la vostra? 

Scrivi un commento