Il progetto scientifico Archivio Salani: illustrazione libraria tra Otto e Novecento nasce dalla collaborazione tra la Adriano Salani Editore (Gruppo Editoriale Mauri Spagnol) e la Scuola Normale Superiore di Pisa Migliaia di libri, autori e generi letterari del gruppo editoriale Mauri Spagnol di cui la nostra casa editrice fa parte
seguici su: Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube

Da Pinocchio a Harry Potter 
di AA.VV.

Da Pinocchio a Harry Potter

“150 anni di illustrazione italiana dall'Archivio Salani 1862-2012”

«Quando io ero ragazzo, per disprezzare un libro, si diceva edizioni “Salami”, perché questa casa cominciò coi libercoli e le canzonette. Oggi lo stabilimento tipografico Salani è un modello ammirevole, ed ammirato e invidiato da tutti gli editori italiani. La ditta fu fondata da Adriano nel 1862, gli succedette il figlio Ettore nel 1904 il quale è aiutato a sua volta da un suo bravo figliuolo: Mario. Il fenomeno Salani è unico al mondo; è basato su questi princìpi: perfezione grafica, prezzi minimi, irrisori, sì da poter contare su tirature sesquipedali. Non un soldo di debito, non un soldo di credito. Dicono che quando gli arriva una nuova macchina o un vagone di carta, Salani faccia aspettare i facchini sulla strada, e non lasci entrare la merce se non ha fatto prima un vaglia per pagarla. E si favoleggia che parecchi anni fa la U.T.E.T. avesse occasione di ordinare un libro al Salani, il quale avrebbe scritto: “Illustri colleghi, io vendo solo a contanti, ma trattandosi di una casa come la vostra, per deferenza specialissima, spedisco contro assegno”. (Se non è vera è ben trovata). Il solo che se la rida della crisi è proprio Salani: l’Oceano è solcato ogni giorno da migliaia di piroscafi, rigurgitanti di sue edizioni. L’editore fiorentino afferma che non è vero che il popolo non ami la lettura, e racconta che un giorno ebbe un telegramma di un tale che, per carità, lo supplicava di mandargli il seguito di un romanzo che stava uscendo a dispense, perché una moribonda temeva di non fare in tempo a leggere la conclusione. Salani, impietosito, tirò al torchio le pagine non ancora stampate, ed ebbe poi una lettera di ringraziamento: la povera malata era stata esaudita, ed aveva detto: “Ora posso morire contenta”. Ed era morta.»
A.F. Formìggini, Dizionarietto rompitascabile degli editori italiani, compilato da uno dei suddetti, 1928

autore AA.VV.
genere Dizionari ed enciclopedie
dettagli 304 pagine, libro - brossura
Consiglia ad un amico