Salani © 2000 - 2017

Einstein e io

Gabriella Greison

Condividi
Einstein e io
Dettagli
Collana
FUORI COLLANA
Genere
Narrativa generale
Ean
9788893816205
Pagine
304
Formato
Cartonato con sovraccoperta
15,90 € Acquista
1896, Politecnico di Zurigo. Inizia la storia d'amore tra Mileva e Albert. Vent'anni di matrimonio e di fisica.

1896, Politecnico di Zurigo. Mileva Marić è l’unica donna ammessa al corso di laurea in Matematica e Fisica.
In quegli anni le donne che vogliono studiare, in particolare le materie scientifiche, non hanno vita facile, ma Mileva è intelligente, tenace, preparata e ce la fa. Tra i suoi compagni di classe c’è anche un diciottenne di nome Albert Einstein. I due si innamorano tra i banchi di scuola e, malgrado le difficoltà, iniziano a frequentarsi. Mileva e Albert si sposano e resteranno insieme per vent’anni. A corredo, la musica, le gite con i figli, gli esperimenti mentali, le discussioni al Café Metropol e le ore trascorse insieme a far viaggiare la testa fino alla nascita della teoria della relatività ristretta. Poi il divorzio, che inaugurerà la nuova vita di Einstein, quella del Nobel e del successo.
Gabriella Greison ci racconta, attraverso la voce di Mileva, con la sua mentalità scientifica fatta di elenchi, classifiche, amore per i numeri, angoli retti da contare e una memoria formidabile, la loro vita familiare, la vita privata di due teste fatte per la fisica. Sullo sfondo, la società di quegli anni e la loro voglia di cambiare il mondo.

Dettagli
Collana
FUORI COLLANA
Genere
Narrativa generale
Ean
9788893816205
Pagine
304
Formato
Cartonato con sovraccoperta
15,90 € Acquista
Condividi

Dello stesso autore

L'incredibile cena dei fisici quantistici (L')

L'incredibile cena dei fisici quantistici (L')

Gabriella Greison

Bruxelles, 29 ottobre 1927. Si è appena concluso il V Congresso Solvay della Fisica, che ha visto riuniti i fisici più illustri dell’epoca, gli stessi che ora si apprestano a partecipare a una cena di gala, ospiti dei reali del Belgio. C’è Albert Einstein, ...

Continua a leggere
Hotel Copenaghen

Hotel Copenaghen

Gabriella Greison

Hotel Copenaghen. Così veniva affettuosamente chiamata la casa di Niels Bohr. La porta di Niels e di sua moglie Margrethe era sempre aperta per accogliere allo stesso modo premi Nobel e giovani studenti, che lì trovarono il luogo prediletto per le discussioni e i confronti ...

Continua a leggere
Le giacche degli allenatori

Le giacche degli allenatori

Gabriella Greison

"Edo ha poco più di dieci anni, e ama il calcio sopra ogni cosa. Un giorno, durante le sue scorribande per il quartiere, si imbatte in un edificio in fase di costruzione, all’apparenza vuoto, ma in realtà pieno di oggetti e fotografi e, come una ...

Continua a leggere