Salani © 2000 - 2017

Lola Rose

Jacqueline Wilson

Condividi
Lola Rose
Dettagli
Collana
FUORI COLLANA
Genere
Ragazzi
Ean
9788884513823
Formato
Brossura
13,00 € Acquista

Lola Rose non è un nome fantastico? Jayni se l'è scelto dopo che lei e suo fratello Kenny sono fuggiti con la madre nel cuore della notte per scappare da un padre violento. Ma ora Mamma ha vinto un sacco di soldi al Gratta e vinci! Ci saranno dolci a volontà per tutti, giacchini foderati di pelliccia rosa, spese pazze e tante, tante visite all'acquario per la gioia del piccolo Kenny. Splendido, no? Ma la pacchia non può durare per sempre. Piano piano i soldi finiscono, insieme con le certezze di Lola Rose: non le vanno giù né il fidanzato né il lavoro di sua madre. E poi, perché non piace ai ragazzi della sua nuova scuola? Loro tre sono veramente al sicuro dal padre? E quando la madre verrà ricoverata in ospedale, Lola Rose si troverà davanti alla più importante decisione della sua vita... Grintosa, ma anche commovente nella sua tenacia, Lola Rose assomiglia a Jacqueline Wilson: entrambe le "bambine che saltano gli ostacoli" si alleano contro le prove più dure della vita, senza mai perdere il brillante smalto della loro forza e freschezza.

Dettagli
Collana
FUORI COLLANA
Genere
Ragazzi
Ean
9788884513823
Formato
Brossura
13,00 € Acquista
Condividi
Altre edizioni
Lola Rose
Formato
Brossura
Prezzo
9,50 €

Dello stesso autore

Cookie

Cookie

Jacqueline Wilson

Beauty non ha amiche a scuola, ma ne ha una fantastica a casa: la bella e imbranatissima mamma Dilly. A casa però l'aspetta anche l'ira del padre, che quasi tutti i giorni si scatena per una stupida inezia. Dall'autrice inglese più amata dalle ragazze due nuove eroine alla riscossa.

Continua a leggere
Facciamo che ero Lotti

Facciamo che ero Lotti

Jacqueline Wilson

Charlotte, detta Charlie, ha avuto come compito scolastico una ricerca sui costumi dell'epoca vittoriana ai tempi della Regina Vittoria d'Inghilterra, e l'ha risolta scrivendo il diario di una ragazzina come lei, Lotti, che affronta i suoi medesimi problemi, ma centocinquant'anni fa: stessa storia, anzi completamente diversa.

Continua a leggere
Girls don't cry

Girls don't cry

Jacqueline Wilson

Si può piangere per migliaia di motivi - per la morte del proprio criceto, come succede a Magda - o per un amore virtuale conosciuto in chat, come capita a Nadine - e puoi piangere anche solo per la felicità o per l'imbarazzo, o magari ...

Continua a leggere