Salani © 2000 - 2017

Bambina affitasi

Jacqueline Wilson

Condividi
Bambina affitasi
Dettagli
Collana
GLI ISTRICI
Genere
Ragazzi
Ean
9788884519412
Formato
Brossura
7,80 € Acquista

Che genere di diario può scrivere una bambina che passa da una famiglia all'altra, senza che nessuno si decida ad adottarla? Una bambina che sa di essere un caso difficile? Eppure il diario di Tracy Beaker risulta vitale, fantasioso e appassionato. C'è autocritica, ironia, distacco, orgoglio. "Nessuno di voi è tenero" dice la giornalista che si propone di fare un servizio sull'Istituto. "Siete tutti grintosi, ribelli e pieni di coraggio". Anche disperati, qualche volta, ma subito rinasce la passione per la vita e il proposito di trovarsi una mamma ad ogni costo. Magari facendo a botte. Età di lettura: da 9 anni.

Dettagli
Collana
GLI ISTRICI
Genere
Ragazzi
Ean
9788884519412
Formato
Brossura
7,80 € Acquista
Condividi
Altre edizioni
Bambina affittasi
Formato
Brossura
Prezzo
8,00 €

Dello stesso autore

Mezzanotte

Mezzanotte

Jacqueline Wilson

Il rapporto della protagonista, Violet, con l'amato-odiato fratello maggiore, le difficoltà a comunicare con i genitori e una serie di "segreti di famiglia" che, una volta svelati, faranno sentire la ragazzina più grande e forte, costituiscono gli ingredienti principali di questa storia che racconta la difficoltà di essere piccoli. Età di lettura: da 11 anni.

Continua a leggere
Fotocoppia

Fotocoppia

Jacqueline Wilson

I lati positivi di essere gemelle? Tutti. I lati negativi di essere gemelle? Nessuno. Così risponde Ruby, la gemella dominante. "Lei è la più grande, la più brillante, la migliore, lei è la stella. È un peccato che sia frenata da me", così pensa di ...

Continua a leggere
Facciamo che ero Lotti

Facciamo che ero Lotti

Jacqueline Wilson

Charlotte, detta Charlie, ha avuto come compito scolastico una ricerca sui costumi dell'epoca vittoriana ai tempi della Regina Vittoria d'Inghilterra, e l'ha risolta scrivendo il diario di una ragazzina come lei, Lotti, che affronta i suoi medesimi problemi, ma centocinquant'anni fa: stessa storia, anzi completamente diversa.

Continua a leggere