Salani © 2000 - 2017

Gli atroci aztechi

Terry Deary

Condividi
Gli atroci aztechi
Dettagli
Collana
BRUTTE STORIE
Genere
Ragazzi
Ean
9788877826916
Pagine
128
Formato
Brossura

Questo libro non trascura nessun atroce fatto a proposito di Montezuma, Cuauhtemoc e altra gente con nomi impronunciabili, gente per cui il massimo del divertimento era tenere in mano un cuore umano ancora caldo e palpitante. Vi piacerebbe sapere perché gli aztechi mangiavano rospi, cactus, lucertole, formiche, cani e schiuma di lago? Quando verrà la fine del mondo? Come si fa a giocare a palla in un modo veramente violento? Leggerete di sacrifici umani, di anestesie a base di cenere di iguana e di come sposarvi con una originale cerimonia azteca. Scoprirete tutto quello che c'è da sapere su potenti sacerdoti, bizzarri guerrieri e astuti conquistadores, che si comportano in modo ancora più atroce degli aztechi. Età di lettura: da 10 anni.

Dettagli
Collana
BRUTTE STORIE
Genere
Ragazzi
Ean
9788877826916
Pagine
128
Formato
Brossura
Sito web
Condividi

Dello stesso autore

Puzzolenti primitivi

Puzzolenti primitivi

Terry Deary

Con una mazzata in testa questo libro vi trasporta ai remoti giorni in cui la gente viveva in caverne, cacciava animali selvaggi e non aveva idea di come comportarsi a tavola. Cosa si usava nella Preistoria al posto della carta igienica? Perché un buco nel ...

Continua a leggere
Pidocchiosa prima guerra mondiale

Pidocchiosa prima guerra mondiale

Terry Deary

Volete sapere: Perché un paio di vecchi calzini ha tradito i segreti tedeschi? Come annusare la vostra pipì può salvarvi da un attacco col gas? Perché un capitano degli alpini voleva farsi tagliare in sette pezzi? Se avete lo stomaco abbastanza forte godetevi questo libro!

Continua a leggere
Hit parade di Shakespeare

Hit parade di Shakespeare

Terry Deary

Volete sapere quali storie di Shakespeare sono state in cima alle classifiche fin dal Sedicesimo secolo? Eccone alcune: Amleto - dieci cadaveri sono sparpagliati sul palcoscenico, Orazio è l'indiziato numero uno, anche perché gli altri sono tutti morti... Sogno di una notte di mezza estate ...

Continua a leggere