Salani © 2000 - 2017

IL PICCOLO POPOLO DEI GRANDI MAGAZZINI

Terry Pratchett

Condividi
IL PICCOLO POPOLO DEI GRANDI MAGAZZINI
Dettagli
Collana
GLI ISTRICI
Genere
Narrativa fantastica, Ragazzi
Ean
9788831005623
Pagine
208
Formato
Brossura fresata

Per le migliaia di piccoli Niomi che vivono sotto i pavimenti dei Grandi Magazzini F.lli Arnold (dal 1905), il mondo esterno non esiste. Non esistono il giorno né la notte, il sole né la pioggia: sono tutte vecchie superstizioni. A scandire il loro tempo sono gli orari di apertura e di chiusura, i saldi di fine stagione, le occasioni estive e il Natale... Ma ecco che una notizia sconvolgente si diffonde all’improvviso: i Grandi Magazzini stanno per essere demoliti. Sta forse arrivando la fine del mondo?

Dettagli
Collana
GLI ISTRICI
Genere
Narrativa fantastica, Ragazzi
Ean
9788831005623
Pagine
208
Formato
Brossura fresata
Sito web
Condividi
Altre edizioni
Il piccolo popolo dei grandi magazzini
Formato
ebook
Prezzo
5,99 €
Il piccolo popolo dei grandi magazzini
Formato
Brossura
Prezzo
9,50 €
Il piccolo popolo dei grandi magazzini
Formato
Brossura
Prezzo
13,50 €

Dello stesso autore

Tempi interessanti

Tempi interessanti

Terry Pratchett

‘Che tu possa vivere in tempi interessanti’ è quanto di peggio si possa augurare a un cittadino di Mondo Disco, soprattutto al decisamente poco magico mago Scuotivento, la cui vita è stata già abbastanza ricca di emozioni pericolose. Ma quando dal remoto Continente Contrappeso giunge ...

Continua a leggere
Il tristo mietitore

Il tristo mietitore

Terry Pratchett

Si dice che al mondo niente sia inevitabile, tranne la morte e le tasse. Ma questo forse prima che Morte venisse licenziato in tronco. L'ultima cosa di cui un universo può aver bisogno è di un Tristo Mietitore disoccupato, perché quando un importante servizio pubblico ...

Continua a leggere
Sorellanza stregonesca

Sorellanza stregonesca

Terry Pratchett

«Il vento ululava. I lampi pugnalavano la terra a casaccio come inefficienti assassini. Il tuono rombava e rimbombava attraverso le oscure colline sferzate dalla pioggia. La notte era nera quanto le viscere di un gatto. Era il genere di notte, potete crederci, in cui gli ...

Continua a leggere