Salani © 2000 - 2017

Il piccolo popolo dei grandi magazzini

Terry Pratchett

Condividi
Il piccolo popolo dei grandi magazzini
Dettagli
Collana
FUORI COLLANA
Genere
Ragazzi
Ean
9788884515650
Pagine
208
Formato
Brossura
13,50 € Acquista

Per le migliaia di piccoli Niomi che vivono sotto i pavimenti dei grandi magazzini F.lli Arnold, il mondo esterno non esiste. Non esistono il giorno né la notte, il sole e la pioggia: sono tutte vecchie superstizioni. A scandire il loro tempo ci sono gli orari di apertura e di chiusura, i saldi di fine stagione, le occasioni estive e il Natale. Per loro il creatore del mondo è, naturalmente, F.lli Arnold, che risiede all'ultimo piano e che nessuno ha mai visto. Ma ecco che una notizia sconvolgente si diffonde all'improvviso: i grandi magazzini stanno per essere demoliti. Sta arrivando la fine del mondo? Tra fantasy e fantascienza, con lo humour demenziale tipico di Pratchett, ritornano le avventure del Piccolo popolo. Età di lettura: da 10 anni.

Dettagli
Collana
FUORI COLLANA
Genere
Ragazzi
Ean
9788884515650
Pagine
208
Formato
Brossura
13,50 € Acquista
Condividi
Altre edizioni
Il piccolo popolo dei grandi magazzini
Formato
Brossura
Prezzo
9,50 €

Dello stesso autore

Il colore della magia

Il colore della magia

Terry Pratchett

In un mondo sorretto da quattro elefanti magici che poggiano sul guscio di una tartaruga gigante, comincia la più stramba, scatenata ed esplosiva delle avventure: il primo libro della saga di Mondo Disco, dove tutto ha inizio.

Continua a leggere
Tartarughe divine

Tartarughe divine

Terry Pratchett

Brutha è il Prescelto. Il suo dio gli ha parlato, sebbene, ehm, sotto forma di tartaruga. Brutha è un ragazzo semplice. Non sa leggere. Non sa scrivere. È bravino a coltivare i meloni. E i suoi desideri sono pochi e ragionevoli. Vuole rovesciare una tentacolare ...

Continua a leggere
Stelle cadenti

Stelle cadenti

Terry Pratchett

Gli alchimisti di Mondo Disco, sfidando esplosioni, incendi e inquietanti incidenti di percorso, hanno finalmente messo a punto il "cinematografo". Da qui a inventare i pop corn, la pubblicità, i kolossal e ignobili mense per i lavoratori il passo è breve... Ma qual è l'oscuro ...

Continua a leggere