Salani © 2000 - 2017

James e la pesca gigante

Roald Dahl

Condividi
James e la pesca gigante
Dettagli
Collana
FUORI COLLANA
Genere
Bambini
Ean
9788831006316
Pagine
128
Formato
Brossura

James è torturato dalle perfide zie Spugna e Stecco, ma ecco che un vecchietto gli promette una vita meravigliosa se si berrà una caraffa con certi magici cosini verdi dentro. Cose favolose, incredibili capiteranno invece al posto suo a chiunque essi incontreranno, nel caso lui li perdesse. Così purtroppo avviene. E i cosini incontrano una Pesca, una Coccinella, un Lombrico, una Cavalletta, un Millepiedi, un Baco da Seta, una Lucciola, un Ragno, e cose meravigliose accadono, eccome, ci pensa la Pesca Gigante. Se per prima cosa spiaccicasse zia Spugna e zia Stecco? E poi, e poi...

Dettagli
Collana
FUORI COLLANA
Genere
Bambini
Ean
9788831006316
Pagine
128
Formato
Brossura
Sito web
Condividi
Altre edizioni
JAMES E LA PESCA GIGANTE
Formato
Cartonato con plancia incollata
Prezzo
12,00 €

Dello stesso autore

Due racconti

Due racconti

Roald Dahl

«Dahl possiede il rarissimo dono di far scomparire tutto il mondo che sta intorno al lettore».Goffredo Fofi«Maestro della short story, a lungo considerato solo uno scrittore per ragazzi... iperbolico, beffardo, divertente, la sua massima virtù è dinamica, è la velocità. Ci si accorge di come ...

Continua a leggere
LA MAGICA MEDICINA

LA MAGICA MEDICINA

Roald Dahl

George ha una nonna egoista, prepotente e insopportabile, che lo disgusta raccontandogli come sono buoni da mangiare bruchi, lombrichi e soprattutto scarafaggi, che scrocchiano così bene sotto i denti, e lo spaventa lasciandogli credere che lei possa essere una strega. Cosa può fare allora il ...

Continua a leggere
Gli sporcelli Audiolibro CD

Gli sporcelli Audiolibro CD

Roald Dahl

Se ci guardiamo intorno, possiamo renderci conto che non sono infrequenti le persone brutte, cattive o sporche; ma ci sono anche persone insieme cattive, sporche e brutte, come gli Sporcelli di questo libro di Dahl. Sembrerebbe poco interessante occuparsi di loro, e invece no. Gli ...

Continua a leggere