Salani © 2000 - 2017

Le quattro stagioni dell'estate

Grégoire Delacourt

Condividi
Le quattro stagioni dell'estate
Dettagli
Collana
ROMANZI SALANI
Genere
Narrativa generale
Ean
9788869184918
Pagine
224
Formato
Cartonato con sovraccoperta
14,90 € Acquista

Sulla spiaggia di Touquet i bambini piangono perché l’acqua del mare è troppo fredda, mentre le madri sonnecchiano al sole. Tutto attorno, sulle dune, dentro i bar, dietro gli alberi e sulla battigia, sbocciano storie d’amore. Quattro coppie, quattro passioni vissute visceralmente, quattro periodi diversi della nostra vita. L’adolescenza e i suoi amori platonici, quando ci si può ancora promettere qualunque cosa, quel regno fragile e perfetto che precede di un soffio la delusione e la perdita. Trent’anni, l’età in cui cominciamo a interrogarci su ciò che siamo diventati, degli sconosciuti a volte così diversi da ciò che sognavamo un tempo.
Cinquant’anni, quando bisogna imparare di nuovo a prendersi cura di se stessi e di una coppia ormai stanca. La vecchiaia, e gli amori che ci ha lasciato una vita, quelli che sono per sempre. L’amore è un fuoco che va nutrito, per evitare che perda d’intensità e si spenga per sempre, perché la passione è tutto, ma bisogna essere disposti a lavorarci in ogni momento della vita. Dopo il successo di Le cose che non ho, Grégoire Delacourt torna con un libro che fa vibrare le corde del cuore e che parla a ognuno di noi. Un romanzo toccante, senza edulcorazioni, che non assomiglia a nessun altro.

Dettagli
Collana
ROMANZI SALANI
Genere
Narrativa generale
Ean
9788869184918
Pagine
224
Formato
Cartonato con sovraccoperta
14,90 € Acquista
Condividi

Dello stesso autore

La prima cosa che guardo

La prima cosa che guardo

Grégoire Delacourt

"Dopo Le cose che non ho, il nuovo atteso romanzo di Grégoire Delacourt Cosa siamo disposti a perdere per amare davvero qualcuno? Che peso ha la bellezza nella vita e quanto siamo capaci di accettarci per quello che siamo davvero? ...

Continua a leggere
Le cose che non ho

Le cose che non ho

Grégoire Delacourt

Dice un vecchio adagio che le lacrime più amare sono quelle versate per le preghiere esaudite. Sì, a volte succede che la gioia per una svolta inattesa del destino svanisca in fretta di fronte alla possibilità concreta di realizzare un sogno, lasciandoci smarriti e confusi. ...

Continua a leggere
La pimpinella

La pimpinella

Grégoire Delacourt

Quell’estate c’era Victoire. E c’ero io. Victoire era bella; la mia vittoria più bella come diceva suo padre ridendo (una delle rare volte che rideva), compiaciuto per il suo gioco di parole. Victoire aveva i capelli colore dell’oro, occhi di smeraldo, come due piccole gemme, ...

Continua a leggere