Salani © 2000 - 2017

Qualcosa in comune

Anne Fine

Condividi
Qualcosa in comune
Dettagli
Collana
FUORI COLLANA
Genere
Ragazzi
Ean
9788862560962
Pagine
128
Formato
Brossura

Durante una gita scolastica cinque compagni di classe vengono mandati a dormire nella casa di Old Harwick. Durante la notte scoprono di avere qualcosa in comune: sono tutti figli di genitori separati, perciò passano la notte a raccontarsi le loro storie. Scoprono che nella casa abitava Richard Clayton Harwick, un ragazzo che, anni prima, aveva imparato a sue spese cosa significasse avere un patrigno veramente malvagio. Le storie dei ragazzi non vengono dal mondo delle fiabe fatate, sono piene di calore ed umorismo, forse anche di tristezza, ma terminano con la giusta dose di felicità. Il libro, che vuole trovare aspetti positivi anche nelle vicende problematiche, sarà una lettura divertente non solo per i ragazzi, ma anche per gli adulti. Età di lettura: da 14 anni.

Dettagli
Collana
FUORI COLLANA
Genere
Ragazzi
Ean
9788862560962
Pagine
128
Formato
Brossura
Sito web
Condividi

Dello stesso autore

Bifreddo, Lucy Secca e lo zio ventriloquo

Bifreddo, Lucy Secca e lo zio ventriloquo

Anne Fine

Da quando il padre è partito per l'Australia in cerca di lavoro e la madre è finita in prigione per un errore giudiziario, Clarrie e Will vivono con Zio Len: è un bravissimo ventriloquo con il difetto di preferire la birra ai nipoti, e possiede ...

Continua a leggere
Charm school

Charm school

Anne Fine

Iscritta (rigorosamente controvoglia!) al Corso di Fascino, Bonny non ha scelta: deve andarci. Ma cosa c'entra Bonny, in jeans sdruciti e scarpe da ginnastica, con le bellissime, perfette Miss Bocciolo di Rosa, Miss Polvere di Stelle, Miss Caramella? Tutto starebbe a dimostrare che l'apparenza conti ...

Continua a leggere
Non c'è campo

Non c'è campo

Anne Fine

Quando telefonano alla madre di Stol per avvertirla dell'incidente accaduto a suo figlio, lei - eccentrica stilista in Nicaragua per un servizio fotografico - risulta irraggiungibile. Il cellulare non prende, non c'è campo. Ma non c'è mai stato "campo" fra Stol e la sua famiglia. ...

Continua a leggere