Salani © 2000 - 2017

L'orco di Montorto

Eva Ibbotson

Condividi
L'orco di Montorto
Dettagli
Collana
FUORI COLLANA
Genere
Ragazzi
Ean
9788862564199
Pagine
224
Formato
Brossura

Una vecchia megera, un troll peloso, un mago imbranato e un orfano di nome Ivo vengono spediti in missione dalle divinità del destino: devono salvare una fragile principessa indifesa dalle grinfie di un terribile orco dagli oscuri poteri. In realtà la principessa Mirella è una ribelle che non sopporta l'etichetta di corte ed è stata lei stessa a recarsi dall'Orco del castello di Montorto, perché vuole essere trasformata in un uccello e volare via libera come l'aria! Quando gli improbabili soccorritori giungono sul posto, la principessa è seccata, perché non è ancora riuscita a trasformarsi in uccello, mentre l'Orco è super depresso e vuole lasciarsi morire di fame. Riusciranno i nostri amici a restituire la serenità all'Orco e a ristabilire l'ordine nel castello? Età di lettura: da 8 anni.

Dettagli
Collana
FUORI COLLANA
Genere
Ragazzi
Ean
9788862564199
Pagine
224
Formato
Brossura
Sito web
Condividi

Dello stesso autore

Lady Agata e i tanto abominevoli yeti gentili

Lady Agata e i tanto abominevoli yeti gentili

Eva Ibbotson

Mentre è addormentata nella sua tenda in cima a una vetta himalayana, la giovane Lady Agata Farlingham viene rapita da un mostro gigante e peloso, e non viene mai più ritrovata. Per fortuna però il rapitore è uno yeti nobile e coraggioso, che ha solo ...

Continua a leggere
Un cane e il suo bambino

Un cane e il suo bambino

Eva Ibbotson

L'errore di molti genitori ‒ e non solo quelli ricchissimi come i signori Fenton ‒ è quello di credere di far felici i propri bambini ricoprendoli di giocattoli e regali costosi, ignorando i loro veri desideri: Hal, per esempio, vorrebbe disperatamente un cane. E il ...

Continua a leggere
Fantasmi da asporto

Fantasmi da asporto

Eva Ibbotson

Le bombe che caddero su Londra crearono molti fantasmi. Fantasmi senza casa: "Fantasmi che si rodevano il fegato nei cinematografi o nelle fabbriche di bottiglie; guerrieri decollati sperduti nei garage aperti 24 ore su 24 e spose insanguinate che viaggiavano notte e giorno sulla metropolitana". ...

Continua a leggere