Salani © 2000 - 2017

Miss strega

Eva Ibbotson

Condividi
Miss strega
Dettagli
Collana
GLI ISTRICI
Genere
Ragazzi
Ean
9788877828149
Formato
Brossura
8,00 €

Nel grande concorso per streghe il primo premio per la magia più sbalorditiva è diventare la sposa di un genio della magia nera, l'affascinante giovane mago Arriman. Ognuna compare con il suo aiutante, il suo famiglio: la signorina Naufragio, ex sirena e ora pescivendola, ha un polipetto, Ethel Truogolo un maiale, le gemelle Nancy e Nora Urlòn due galline identiche, Mamma Sanguisuga, ormai vecchia e svanita che ama trasformarsi in un tavolino da caffè e poi non riesce più a ritrasformarsi, una scatola piena di larve bianche. Le magie si susseguono, ma è la diabolica Madame Olympia che esegue quella più terrificante: topi, topi, topi che si mangiano l'un l'altro. E la povera Belladonna, che sa solo fare magie bianche? È vero che ha il verme Bobi per famiglio, però... Età di lettura: da 8 anni.

Dettagli
Collana
GLI ISTRICI
Genere
Ragazzi
Ean
9788877828149
Formato
Brossura
8,00 €
Condividi
Altre edizioni
Miss strega
Formato
Brossura
Prezzo
8,50 €
Miss strega
Formato
Rilegato
Prezzo
12,00 €

Dello stesso autore

Le zie improbabili

Le zie improbabili

Eva Ibbotson

Rapire i bambini non è una buona idea, ma a volte è necessario. Così inizia il racconto, ambientato su un'isola lontana. Le tre eccentriche signore che si prendono cura dell'isola hanno bisogno di aiuto per la loro missione: curare insolite creature (foche parlanti, vecchie sirene...) ...

Continua a leggere
Lo specchio delle libellule

Lo specchio delle libellule

Eva Ibbotson

Londra, 1939: Tally Hamilton è furiosa, non ha alcuna voglia di lasciare la sua famiglia e la città per andare in un lontano collegio di campagna. E tutto a causa della stupida guerra. Delderton però si dimostra un luogo molto più interessante di quanto lei ...

Continua a leggere
Fantasmi salvamucche

Fantasmi salvamucche

Eva Ibbotson

Madlyn e Rollo stanno trascorrendo le vacanze dagli zii, proprietari di un castello in Scozia. Il castello è aperto al pubblico, ma sono pochissimi i visitatori: a chi possono interessare dei cimeli ammuffiti e raffazzonati e delle cantine che non somigliano affatto a preziose segrete? ...

Continua a leggere