Salani © 2000 - 2017

Piantatela! Chi l'ha detto che il bullismo esiste solo tra maschi?

Jacqueline Wilson

Condividi
Piantatela! Chi l'ha detto che il bullismo esiste solo tra maschi?
Dettagli
Collana
FUORI COLLANA
Genere
Ragazzi
Ean
9788877826206
Pagine
176
Formato
Brossura

Quando si tratta di perseguitare, inseguire e sbeffeggiare una bambina un po' più impacciata delle altre, anche le ragazzine più insospettabili possono essere terribili. E pericolose. Molto pericolose, soprattutto se si è tante contro una. Dopo essere sfuggita per un pelo a un incidente quasi mortale, Mandy rischia di rimanere sola, intrappolata tra la cattiveria delle compagne e l'amore - forse troppo soffocante - di due genitori che si rifiutano di comprendere la gravità della situazione. Ma spunterà Tanya, ragazzina coraggiosa e fuori da ogni schema, che con occhio sicuro vede da che parte sta il vero male. Età di lettura: da 11 anni.

Dettagli
Collana
FUORI COLLANA
Genere
Ragazzi
Ean
9788877826206
Pagine
176
Formato
Brossura
Sito web
Condividi
Altre edizioni
Piantatela! Chi l'ha detto che il bullismo esiste solo tra maschi?
Formato
Brossura
Prezzo
8,00 €

Dello stesso autore

Girls in love - Bambine Salani

Girls in love - Bambine Salani

Jacqueline Wilson

Vita, amori, rivalità, confidenze e momenti di imbarazzo: a tredici anni, Ellie, Nadine e Magda, tre amiche per la pelle, decidono che è giunto il momento di avere un "boyfriend", bello, brutto o ideale. Accanto a loro, tre adolescenti maschi e tre diversi tipi di ...

Continua a leggere
Segreti

Segreti

Jacqueline Wilson

Sono molto diverse ma hanno due cose in comune: entrambe tengono un diario, e entrambe hanno un'eroina, Anna Frank. Due amiche e i loro più riposti e strategici segreti, in una storia narrata a due voci nelle pagine del loro diario. Ancora una volta Jacqueline ...

Continua a leggere
Zip

Zip

Jacqueline Wilson

La vita cambia per Lizzie: si trasferisce a casa di Sam, nuovo compagno della mamma, e si ritrova pure due fratellastri. Ma lei non accetta questo cambiamento e sceglie una forma molto radicale di protesta: smettere di parlare. Finché un giorno non conosce la nonna ...

Continua a leggere