Salani © 2000 - 2017

AGURA TRAT

Roald Dahl

Condividi
AGURA TRAT
Dettagli
Collana
DAHL100
Genere
Bambini
Ean
9788869188732
Pagine
64
Formato
Cartonato con plancia incollata
9,00 € Acquista

«Non ho niente da insegnare. Voglio soltanto divertire. Ma divertendosi con le mie storie i bambini imparano la cosa più importante: il gusto della lettura».
Roald Dahl

Come fa un timido signore in pensione ad attaccar discorso con la vedova dei suoi sogni la quale, al piano di sotto, non parla amorosamente che con la sua tartaruga? Per fortuna la tartaruga, Alfio, non cresce abbastanza, e il timido signore ha il modo così di insegnare alla amata un metodo infallibile per raddoppiare le dimensioni dell'animale: si comincia col pronunciare il nome tartaruga alla rovescia agura trat, e poi... Poi c'è sotto un piccolo imbroglio, ma servirà a rendere felici due persone.

Dettagli
Collana
DAHL100
Genere
Bambini
Ean
9788869188732
Pagine
64
Formato
Cartonato con plancia incollata
9,00 € Acquista
Condividi
Altre edizioni
Agura trat
Formato
Brossura
Prezzo
7,00 €

Dello stesso autore

Il dito magico

Il dito magico

Roald Dahl

Cosa potrebbe fare una bambina se avesse un dito magico? Lo userebbe contro chi spara agli animali? Trasformerebbe i cacciatori in mostri? O farebbe crescere alla maestra dei lunghi baffi? È proprio quello che fa la bambina di questo libro. Età di lettura: da 8 anni.

Continua a leggere
Il libro delle storie di fantasmi

Il libro delle storie di fantasmi

Roald Dahl

Elusivi e imprevedibili appaiono i fantasmi tratteggiati in questi racconti. Per Mary Treadgold sono uno squillo del telefono, per Rosemary Timperley un bagliore di capelli rossi in un cespuglio di rose bianche, per Cynthia Asquith una vecchia voce polverosa tra le cianfrusaglie di un negozio ...

Continua a leggere
LE STREGHE

LE STREGHE

Roald Dahl

Chi sono le vere streghe? Non quelle delle fiabe, sempre scarmigliate e a cavallo di una scopa, ma signore elegantissime, magari vostre conoscenti. Portano sempre guanti bianchi, si grattano spesso la testa, si tolgono le scarpe a punta sotto il tavolo e hanno denti azzurrini... ...

Continua a leggere