Salani © 2000 - 2017

Fotocoppia

Jacqueline Wilson

Condividi
Fotocoppia
Dettagli
Collana
GLI ISTRICI
Genere
Ragazzi
Ean
9788877824783
Pagine
192
Formato
Brossura
8,00 € Acquista

I lati positivi di essere gemelle? Tutti. I lati negativi di essere gemelle? Nessuno. Così risponde Ruby, la gemella dominante. "Lei è la più grande, la più brillante, la migliore, lei è la stella. È un peccato che sia frenata da me", così pensa di lei la timida, sottomessa, sensibile gemella Gran. I diari delle due gemelle scorrono paralleli, in un primo tempo con la voce di Ruby che emerge, vitale, sbruffona, irresistibile, poi con quella di Gran che un po' alla volta si fa spazio, si approfondisce, si impone. È splendido essere simili e unite, doloroso differenziarsi, è una vittoria essere se stessi. Età di lettura: da 9 anni.

Dettagli
Collana
GLI ISTRICI
Genere
Ragazzi
Ean
9788877824783
Pagine
192
Formato
Brossura
8,00 € Acquista
Condividi
Altre edizioni
Fotocoppia
Formato
Rilegato
Prezzo
12,00 €

Dello stesso autore

Piantatela! Chi l'ha detto che il bullismo esiste solo tra maschi?

Piantatela! Chi l'ha detto che il bullismo esiste solo tra maschi?

Jacqueline Wilson

Quando si tratta di perseguitare, inseguire e sbeffeggiare una bambina un po' più impacciata delle altre, anche le ragazzine più insospettabili possono essere terribili. E pericolose. Molto pericolose, soprattutto se si è tante contro una. Dopo essere sfuggita per un pelo a un incidente quasi ...

Continua a leggere
Mezzanotte

Mezzanotte

Jacqueline Wilson

Il rapporto della protagonista, Violet, con l'amato-odiato fratello maggiore, le difficoltà a comunicare con i genitori e una serie di "segreti di famiglia" che, una volta svelati, faranno sentire la ragazzina più grande e forte, costituiscono gli ingredienti principali di questa storia che racconta la difficoltà di essere piccoli. Età di lettura: da 11 anni.

Continua a leggere
Zip

Zip

Jacqueline Wilson

La vita cambia per Lizzie: si trasferisce a casa di Sam, nuovo compagno della mamma, e si ritrova pure due fratellastri. Ma lei non accetta questo cambiamento e sceglie una forma molto radicale di protesta: smettere di parlare. Finché un giorno non conosce la nonna ...

Continua a leggere