Salani © 2000 - 2017

L'isola in via degli uccelli

Uri Orlev

Condividi
L'isola in via degli uccelli
Dettagli
Collana
FUORI COLLANA
Genere
Ragazzi
Ean
9788877826770
Pagine
160
Formato
Brossura
11,00 € Acquista

La seconda guerra mondiale infuria per l'Europa e in Polonia la vita, già difficile per tutti, è per gli ebrei pressoché insopportabile. E Alex è, appunto, ebreo. Sua madre è scomparsa nel nulla e suo padre è stato prelevato dalle SS e fatto partire per una destinazione ignota. Rimasto solo Alex si è rifugiato in un edificio abbandonato, al numero 78 di Via degli Uccelli, e dalla sua isola segreta esce solo di notte, per procurarsi il cibo. Finché, un giorno, Alex ode delle voci: degli sconosciuti si sono introdotti nel palazzo. Il coraggio, l'eroismo perfino, non sono insoliti in tempo di guerra, ma Alex ha appena undici anni, e la sua è la storia di come la nuda forza di volontà riesca talvolta ad avere la meglio sulla crudeltà e l'ingiustizia.

Dettagli
Collana
FUORI COLLANA
Genere
Ragazzi
Ean
9788877826770
Pagine
160
Formato
Brossura
11,00 € Acquista
Condividi
Altre edizioni
L'isola in via degli uccelli
Formato
ebook
Prezzo
5,99 €
L'isola in via degli uccelli
Formato
Brossura
Prezzo
9,00 €
L'isola in via degli uccelli
Formato
Rilegato
Prezzo
12,00 €

Dello stesso autore

Gioco di sabbia

Gioco di sabbia

Uri Orlev

"L’autobiografia di Uri Orlev, il più grande scrittore israeliano per ragazzi, autore dell’Isola in via degli uccelli. Questa è la storia di come un ragazzo ebreo attraversa l’Olocausto e diventa scrittore. Ma non è un racconto di disperazione, malgrado le atrocità e le tante ...

Continua a leggere
La corona del drago

La corona del drago

Uri Orlev

Una storia sulla complessità di problemi come il pacifismo, la guerra e il fascino che esercitano il male e il peccato. Una lunga storia sul bene e sul male, che sembra ispirata al principio del tao: perché il mondo sia in equilibrio, deve esistere sempre ...

Continua a leggere
Corri ragazzo, corri

Corri ragazzo, corri

Uri Orlev

Una fuga senza fine e senza la nozione di un fine chiaro, certo, riposante. Solo per salvarsi la vita a tratti, per prendere respiro. Un bambino di otto anni, fuggito dal ghetto di Varsavia - dove ha visto sua madre sparire in un attimo come ...

Continua a leggere